Una candela per ricordare Agitu

WhatsApp Image 2020-12-30 at 11.50.25Piangiamo la cara Agitu, un simbolo di integrazione, nonostante le difficoltà.
Ritrovo distanziato oggi 30 dicembre alle 17 in piazza Erbe a Rovereto dove aveva il banchetto il sabato mattina.
A Trento alle ore 17.00 in piazza Santa Maria Maggiore. Chi vuole, può portare una candela e un fiore.
Cammineremo, a distanza e con la mascherina, fino al suo negozio in piazza Venezia.
È un primo gesto per trovarci e calmierare il dolore e la rabbia. Era una donna coraggiosa che aveva deciso di organizzare la propria vita resistente da sola. E come tante, ha pagato la sua indipendenza, la sua forza. In ogni caso, ci mancherà infinitamente.
Questa sera, dalle 18 si può accendere una candela in sua memoria e per fermare i femminicidi.

Associazione Quilombo Trentino

quilombo logoL’Associazione Quilombo Trentino nasce nel 2001 dalla volontà di alcuni volontari di Operazione Colomba di portare in Trentino l’esperienza maturata all’estero nell’ambito delle missioni di pace in zone di conflitto. Da sempre l’associazione e il gruppo che lo costituiva sono stati elastici a seconda delle disponibilità e della presenza dei volontari.
L’associazione è sempre stata, fin dalla sua nascita, l’ambito in cui il gruppo locale dei volontari di Operazione Colomba si inseriva e animava l’attività. Fedeli ai fini costitutivi l’associazione vuole promuovere le attività dei civili in zone di conflitto. In questi anni sono state tantissime le attività, degne di nota sono state le collaborazioni per la realizzazione di una presenza in Kossovo nel 2003, uno scambio giovanile fra giovani trentini e kossovari nel 2004 e due corsi di formazione per volontari in zone di conflitto nel 2009 e nel 2010 svolti in collaborazione con l’associazione Amici di Villa S Ignazio. Inoltre dal 2010 i volontari di Quilombo Trentino sono animatori privilegiati della cena di autofinanziamento di Operazione Colomba denominata PACEna che si svolge ogni anno a Rovereto.
L’associazione ha un ossatura storica costituita da Marco Baino (ex presidente per molti mandati) e dal tesoriere Fabrizio Bettini che fin dalla nascita hanno mantenuto integra l’associazione che, di volta in volta, si è arricchita dell’esperienza di altri volontari che, dopo un esperienza all’estero con Operazione Colomba, hanno impegnato le loro energie nelle attività dell’associazione fino ad arrivare all’attuale direttivo composto in maggioranza da volontari che hanno svolto il loro servizio all’estero negli ultimi anni.
L’associazione svolge gran parte delle sue attività in collaborazione con Operazione Colomba CNP della Comunità Papa Giovanni XXIII, questa collaborazione è fedele allo statuto che l’associazione si è data fin dalla sua nascita tantè che recentemente l’associazione ha affrontato una ristrutturazione adeguando lo statuto e il suo direttivo.